Recital “Cioccolato & Caramelle”
Venerdì 16 Dicembre 2016, ore 18.00 | Ingresso libero
Pasticceria “Bunet” | Piazza Sabotino, 1 • Torino
Un progetto congiunto delle Associazioni “Carta e Penna” e “Monginevro Cultura”.
Poesie, letture e canzoni al sapor di cioccolato.

Cioccolato & caramelle CDbox2_3D-1024x744

Venerdì 16 Dicembre 2016, ore 18.00 | Ingresso libero Pasticceria “Bunet” | Piazza Sabotino, 1 • Torino

“Cioccolato e Caramelle”

Poesie, letture e canzoni al sapor di cioccolato

Recital dall’omonimo CD di Giuseppe Novajra e dal libro Una storia di Cioccolato, C’era una volta la Venchi Unica, di Sergio Donna, Luigia Casati, Giovanna Sorrentino: spigolature, canzoni, letture e poesie sul cioccolato.
Un progetto congiunto delle Associazioni  “Carta e Penna” e “Monginevro Cultura”.

Il libro*

Una Storia di Cioccolato | C’era una volta la Venchi Unica
di Sergio Donna, Luigia Casati e Giovanna Sorrentino
Illustrazioni di Leonora Camusso
Fotografie di Vittorio Greco, Roberto Montanaro, EUT 3 e Archivi Storici diversi
Spartiti musicali di Giuseppe (Beppe) Novajra
Ël Torèt | Monginevro Cultura | Self-publishing

«Questo libro intende far meglio conoscere la sorprendente storia della Venchi, uno dei più prestigiosi marchi italiani dell’industria dolciaria, e del cioccolato in particolare, e tra i più noti nel variegato panorama delle eccellenze dolciarie tradizionali piemontesi.

Confesso: sono ghiotto di ogni tipo di dolce, e in particolare vado matto per il cioccolato, soprattutto quand’è di alta qualità. Ma questo, di per sé, non è un motivo sufficiente per scrivere un libro su questa delizia del palato, anche perché la letteratura sul cibo degli dei già comprende una pleiade quasi infinita di eccellenti pubblicazioni. Certo, nella decisione di scriverlo, ha influito il mio interesse per le vicende di quelle gloriose fabbriche che hanno scritto le pagine più fulgide della storia industriale del territorio, dall’Ottocento ai giorni nostri.

Ma c’è stata una felice casualità che è stata davvero determinante nel decidermi a pubblicarlo: l’incontro con Luigia Casati e Giovanna Sorrentino, l’una docente di ITER, e l’altra insegnante alla Scuola Primaria Pietro Baricco di Torino, plesso che ha la sede in Corso Peschiera, a poche centinaia di metri dall’area ove era posizionata l’antica fabbrica della Venchi Unica. Parlando con loro delle mie ricerche sulla storia delle vecchie fabbriche torinesi, ora dismesse, in particolare di quelle di Borgo San Paolo e dei quartieri più ad occidente della città, tra i più industrializzati della Torino del Novecento, mi hanno informato di un’interessantissima recente ricerca portata a termine dai loro alunni, condotta sotto la loro guida e la loro supervisione. Mi hanno così fatto consultare il ricco e approfondito materiale raccolto sulla Venchi Unica, conservato con cura in un’apposita stanza della scuola: decine e decine di rare o inedite fotografie dell’antica fabbrica e della variegatissima gamma dei prodotti Venchi, locandine e réclames d’epoca, documenti originali che dettagliavano le varie fasi di lavorazione degli ingredienti, e riportavano i segreti dei tradizionali processi produttivi. Ma anche oggetti, cimeli, strumenti e utensìli per la lavorazione del cioccolato e delle materie prime. Insomma: tanto quanto bastava per riallestire una Mostra tematica sulla storia di questa fabbrica, alternativa e complementare rispetto a quella che gli alunni avevano esposto qualche mese prima nella loro Scuola e poi nell’ex Palazzina Uffici della Venchi Unica appena restaurata. Ho allora proposto loro di selezionare in modo organico il vasto materiale raccolto dai giovani ricercatori, per accoglierlo in un apposito spazio espositivo, dedicato alla Venchi, in occasione di un evento culturale tenutosi a Torino, in Via Monginevro, sul tema del cioccolato, nel mese di ottobre del 2012.

Quella Mostra tematica sulla Venchi è stata chiamata C’era una volta la Venchi Unica | Torino capitale del Regno del cioccolato. Inutile dire che essa ha ottenuto un grande successo di pubblico ed ampi consensi. Di lì a proporre alle due insegnanti di collaborare con me alla stesura, alla realizzazione e alla stampa di un libro sulla storia della grande fabbrica, il passo è stato breve. Ed eccolo qui.

Ma non è tutto: i capitoli e i temi trattati in questo libro, vale a dire la storia del cioccolato e dell’industria dolciaria del distretto piemontese, sono stati fonte di ispirazione di 10 canzoni composte dallo chansonnier torinese Giuseppe (Novajra), in italiano e in piemontese: i brani, i cui arrangiamenti sono stati realizzati dal tastierista Ferrero, sono stati raccolti in un album musicale, dal titolo “Cioccolato & Caramelle”: il self-publishing del CD è stato curato da Ël Torèt | Monginevro Cultura.

L’esecuzione di alcune di queste canzoni, alternata alla lettura di brani tratti dal libro e alla declamazione di poesie sul tema del cioccolato e sulla storia delle fabbriche di biscotti e caramelle ha dato origine ad un brillante recital che ha lo stesso titolo del CD, “Cioccolato & Caramelle”, e che è già stato rappresentato con successo in molte Sale e Teatri, come al Museo Accorsi di Torino, alla Sala Concerti della Biblioteca Musicale della Tesoriera, alla Cavallerizza, a Cioccolatò, a None al cioccolato, e in numerosi altri aulici contesti di Torino e del Piemonte».

Sergio Donna

Presidente Associazione Monginevro Cultura

 

* Il libro contiene oltre 150 rare e interessanti fotografie sulla Storia della Venchi Unica e sulla parallela Storia del Cioccolato. Molte di esse sono tratte dalla Mostra C’era una volta la Venchi Unica | Torino capitale del Regno del cioccolato, per gentile concessione di fondi privati e/o collezioni pubbliche, come l’EUT3 (Ecomuseo Urbano della Circoscrizione 3 della Città di Torino).  Altre immagini, spesso inedite, sono state fornite o scattate dai fotografi Roberto Montanaro e da Vittorio Greco. Il tutto è arricchito da 5 divertenti tavole a colori, opera dell’illustratrice Leonora Camusso, artista che è anche autrice della copertina del libro.

 

 Il CD “Cioccolato & Caramelle”

con le canzoni di Beppe Novajra | Le canson ëd Beppe Novajra

Giuseppe (Beppe) Novajra, chansonnier in lingua piemontese e italiana, ha composto la musica e le parole di dieci canzoni ispirate al libro Una Storia di cioccolato | C’era una volta la Venchi Unica”. Questi inediti brani sono stati accolti nel CD “Cioccolato & Caramelle” (self-publishing Ël Torèt | Monginevro Cultura, 2013).

Le dieci canzoni (in italiano e in piemontese) sono suddivise in quattro gruppi (Dolciumi: mani creano, papille gustano | Caramelle metaforiche | Motti piemontesi | Dolciumi e Balocchi), ognuno costituente un unicum omogeneo. I brani sono armonicamente legati tra loro dal comune tema del cioccolato e delle caramelle, peraltro riassunto nel titolo della compilation. Accompagnate da un comune denominatore musicale, molto orecchiabili e immediati, le canzoni – proprio come il cioccolato e le caramelle – si lasciano degustare, una dopo l’altra, nelle loro infinite varianti, con tocchi di dolce-amaro che spesso sfumano in nuances variegate e delicate, tali da soddisfare, anche quando i testi si fanno più pungenti, o più arguti e sofisticati, i gusti più ricercati, esigenti e raffinati. Arrangiamenti e tastiere: Roberto Ferrero.

Beppe Novajra, che da anni collabora con Monginevro Cultura, è autore di canzoni e di commedie musicali in piemontese e in italiano. Come cantautore partecipa a recitals, rappresentazioni teatrali, conferenze, presentazioni di opere letterarie, in collaborazione con scrittori e con compagnie di teatro. Come brandé contribuisce alla salvaguardia e alla diffusione della lingua e della cultura del Piemonte. Il repertorio di Novajra spazia dalle canzoni storiche della tradizione popolare del Piemonte a composizioni di propria realizzazione, ispirate alla storia e alle radici del territorio e allo stile di vita dei suoi abitanti. Nell’ambito delle Canson dla piòla, interpreta sia brani di autori anonimi che di autori noti. Ha scritto nelle due versioni, in piemontese e in italiano, commedie musicali tratte da Pinocchio, Odissea, Peter Pan, Gelindo, Don Chisciotte, Il piccolo principe,Gian Burrasca alcune delle quali rappresentate a teatro.

Tra i suoi recenti CD musicali, oltre a  Cioccolato & Caramelle, ricordiamo Mè Borgh San Pàul | Milaneuvsent (2010), Ël Torèt | Monginevro Cultura e Globale (2011), a cura di Zedde Editore. Nel 2012 ha pubblicato il CD Stòrie e Conte dësmentià, Ël Torèt | Monginevro Cultura. In collaborazione con Sergio Donna, cura la redazione dell’Armanach Piemontèis, elegante calendario da collezione di Monginevro Cultura (2012, 2013 e 2014, 2015, 2016 e 2017).


“Cioccolato & Caramelle”: Un’iniziativa culturale congiunta delle Associazioni “Monginevro Cultura” & “Carta e Penna”. Pasticceria Bonèt, Piazza Sabotino 1 | Torino. 16 Dicembre 2016. Poesia al Cioccolato e al sapor di Caramelle: s’è conclusa nell’accogliente Tea-Room della Pasticceria Bonèt di Piazza Sabotino un’intrigante e ghiotta iniziativa culturale congiunta delle Associazioni “Carta e Penna” e “Monginevro Cultura”. Poeti e poetesse, invitati dai presidenti delle due Associazioni, Donatella Garitta e Sergio Donna, si sono dati convegno in pasticceria (quale contesto più confacente?) per recitare le loro liriche sul tema del cibo degli dei. Gli ospiti, comodamente seduti a tavolino, si sono alternati al leggio per declamare le loro liriche. A tutti gli intervenuti, le due Associazioni che hanno ideato il progetto, hanno offerto un caffè o un’altra consumazione. Lo chansonnier Beppe Novajra ha proposto alcuni brani musicali tratti dalla sua compilation “Cioccolato & Caramelle”: per i poeti e per gli ospiti intervenuti, raccolti come in un salotto di famiglia, tra canzoni e poesie, il tempo è volato davvero in un baleno, in un contesto raccolto e divertito. Visto il tema poetico del recital, e l’atmosfera gioiosa e rilassata creatasi nell’ambiente, è sembrato ricomporsi il clima delle Confetterie torinesi d’antan. Parafrasando Gozzano, non ce ne voglia il poeta, potremmo allora recitare: “…Io sono innamorato di tutte le poetesse che scrivono le rime che san di cioccolato: i versi profumati di panna e di cannella, le labbra ardenti e belle, baciate da una stella…” Uff. Stampa “Monginevro Cultura” | 16 dicembre 2016

FOTOGALLERY

Powered by WordPress | Deadline Theme customized by Just Bolder