Un pòch ëd sossì e ‘n pòch ëd lolà
Teatro della Crocetta, via Piazzi 25 | Torino
Domenica 16 novembre 2014 | ore 16.00

LaBelaRosinTeatroDBosco-titolo

Un pòch ëd sossì e ʼn pòch ëd lolà

Teatro della Crocetta
Via Piazzi 25 |Torino

Domenica 16 novembre 2014 | ore 16.00

Gruppo Storico La Bela Rosin e la soa gent

(uno spettacolo a cura del Circolo “Beni Demaniali”)

Un pòch ëd sossì e ʼn pòch ëd lolà | Un pizzico di questo e un pizzico di quello

Uno spettacolo di varietà, divertente e coinvolgente, per ripercorrere insieme la nostra storia e riscoprire le nostre radici con uno spettacolo di danze tradizionali del Piemonte e di canzoni popolari, a cura del Gruppo Storico La Bela Rosin e la soa gent.Coreografie e direzione artistica di Paola Mancardi.

I componenti del Gruppo indosseranno i classici costumi popolari del Piemonte ottocentesco.

Ospiti straordinari:
Beppe Novajra (chansonnier) e Sergio Donna (poeta e scrittore), dell’Associazione Monginevro Cultura (Cultura, Storia e Tradizioni del Territorio).
Beppe Novajra propone alcune sue canzoni della tradizione popolare piemontese.
Le canzoni si alternano alla lettura di poesie di Nino Costa e Pinin Pacòt, a cura di Sergio Donna.

Successo di pubblico al teatro don Bosco della Crocetta
con il Gruppo “La bela Rosin e la soa gent” di Paola Mancardi,
e con la partecipazione di Beppe Novajra e Sergio Donna

“Un pòch ëd sossì e ʼn pòch ëd lolà”

Domenica 16 novembre 2014, presso il Teatro Don Bosco,  di Via Piazzi 25 (Crocetta), Torino, il Gruppo Storico “La Bela Rosin e la soa gent (Circolo dei Beni Demaniali), con la regia e la direzione artistica di Paola Mancardi, e in collaborazione con l’Associazione Monginevro Cultura, ha messo in scena un’inedita edizione di “Un pòch ëd sossì e ʼn pòch ëd lolà”.

Piacevolissimo spettacolo di varietà, divertente e coinvolgente, che ripercorre la nostra storia, alla riscoperta delle nostre radici con una selezione di danze tradizionali del Piemonte e di canzoni popolari, a cura del Gruppo Storico “La Bela Rosin e la soa gent .

I componenti del Gruppo hanno indossato i classici costumi popolari del Piemonte ottocentesco, fedeli ai modelli originali, realizzati in preziosi tessuti le cui nuances di base ripropongono i colori araldici della Città di Torino: il giallo e il blu.

Sono intervenuti, quali ospiti straordinari:
Beppe Novajra (chansonnier) e Sergio Donna (poeta e scrittore), dell’Associazione Monginevro Cultura (Cultura, Storia e Tradizioni del Territorio).

Beppe Novajra ha proposto alcune canzoni della tradizione popolare piemontese, in tema con le coreografie. Le canzoni si sono alternate alla lettura di poesie di Nino Costa e Pinin Pacòt, a cura di Sergio Donna.

Il numeroso pubblico presente in sala ha particolarmente gradito le coreografie dei balli popolari, i canti tradizionali proposti dal Gruppo e le trascinanti canzoni in piemontese di Novajra. Le poesie di Pinin Pacòt e Nino Costa, lette dalla calda e vibrante voce di Sergio Donna, hanno fatto da collante allo spettacolo, che si è rivelato una piacevole e molto ricercata chicca teatrale. Una cavalcata poetico-coreutico-musicale sui temi delle tradizioni del Piemonte, del Vino, del Lavoro e dell’Amore, e sulla storia socio-economica della nostra regione nel corso del Novecento.

Lo spettacolo aveva lo scopo di sostenere lo storico Circolo dei Beni Demaniali, la cui sede sociale presso la Cavallerizza di Via Verdi è stata distrutta da un incendio nell’estate del 2014.

Alla realizzazione di questa versione di “Un pòch ëd sossì e ʼn pòch ëd lolà”, a cura del Circolo dei Beni Demaniali, frutto di un’idea geniale di Paola Mancardi, ha collaborato l’Associazione Monginevro Cultura, con l’intervento di Sergio Donna (scrittore e poeta) e di Beppe Novajra (chansonnier), che si è rivelato molto gradito al pubblico.

La gallery fotografica dello spettacolo

Powered by WordPress | Deadline Theme customized by Just Bolder