Domenica 29 Novembre 2015, ore 15.00-18.30
Premiazione Premio Piemont ch’a scriv
II Edizione Concorso letterario a tema libero in lingua piemontese

Blank vertical softcover book template with pages.

Domenica 29 Novembre 2015, ore 15.00-18.30
Premiazione Premio Piemont ch’a scriv | II Edizione
Concorso letterario a tema libero in lingua piemontese,

Ingresso Libero.
Premio istituito da Cultura e Società in collaborazione con Monginevro Cultura

Le sezioni del Concorso sono le seguenti:

A)   Poesia.

B) Narrativa breve.
  
Scadenza presentazione opere:
08/10/2015

Info:
Cultura e Società | cultsoc@fastwebnet.it – 347 8105522


PREMIAZIONE

Un pomeriggio di canzoni, balli e intrattenimenti che si alternano alla consegna dei premi ai vincitori del Concorso, con la partecipazione dei Giurati e delle Autorità, in rappresentanza degli Enti territoriali patrocinanti.

Ospiti e intrattenimenti:

a) lo chansonnier torinese Giuseppe Novajra (canzoni tradizionali piemontesi).
Il compositore svelerà il nome del vincitore del Premio Speciale della Giuria, istituito da Monginevro Cultura, Piemont ch’a scriv e a canta, assegnato all’autore del testo poetico più musicale.
La canzone, composta da Novajra, verrà eseguita in anteprima assoluta in occasione della Premiazione.

b) il Gruppo Storico La Contëssa ‘d Mirafior e sò séguit (balli tradizionali piemontesi, con coreografie di Paola Mancardi)

Sede della Premiazione: Sala Circoscrizionale di Via Moretta 57a.

I premi assegnati, per ogni sezione, sono i seguenti:

 • Primo premio: targa del Centro Studi Cultura e Società; un anno di iscrizione gratuita al Centro     Studi; Armanach Piemontèis 2016, A-i era na vòlta la trincera, Ël Torèt | Monginevro Cultura

 • Secondo e terzo premio sezioni: targa del Centro Studi Cultura e Società; Armanach Piemontèis 2016, A-i era na vòlta la trincera, Ël Torèt | Monginevro Cultura

 • Segnalazioni di Merito: diploma del Centro Studi Cultura e Società

I premi dovranno essere ritirati durante la cerimonia di premiazione, dall’Autore stesso o da un suo delegato.

Pubblicazione gratuita di tutte le opere premiate sul catalogo del premio (e-book) Centro Studi Cultura e Società

Tel: 011-4333348 | 347-8105522

Email: cultsoc@fastwebnet.it – Sito: http://culturaesocieta.gsvision.it/

Nel pomeriggio di domenica 29 Novembre 2015, presso la Sala Incontri di Via Moretta 55, a Torino, si è svolta l’Edizione 2015 del Concorso Letterario “Piemont ch’a scriv”, a cura di Cultura & Società, in collaborazione con l’Associazione Monginevro Cultura.

Alla lettura dei brani di prosa e delle poesie premiate (o che si sono aggiudicate segnalazioni o menzioni di merito della Giuria), si sono alternate le coreografie del Gruppo Storico “La contessa di Mirafiori e il suo seguito”, a cura di Paola Mancardi) e gli intervent musicali del compositore piemontese Beppe Novajra.

Come lo scorso anno, La Giuria era composta da Sergio Notario, docente di lingua e letteratura piemontese; Albina Malerba, presidente del Centro Studi Piemontesi, e Sergio Donna, presidente di Monginevro Cultura.

Queste le poesie vincitrici della Sezione Poesia:

☆ 1° Premio: Fernanda PAGANI (NOVARA), “Serenità”;
☆ 2° Premio ex aequo: Mary MASSARA (MARANO TICINO No), “Sotorna scigala”;
☆ 2° Premio ex aequo: Eraldo ODASSO (MONDOVI’ Cn), “Ël sipari dla vita”;
☆ 3° Premio: Gianfranco PAVESI (NOVARA), “Taquin dij silensi”.

Questi i racconti vincitori della Sezione Prosa:

☆ 1° Premio: G.Antonio BERTALMIA (CARMAGNOLA To), “A l’é mach na fomna”;
☆ 2° Premio: Luciano MILANESE (POIRINO To), “Tanta sal o tant a sa?”;
☆ 3° Premio: Giuseppe SANERO (CARMAGNOLA To), “L’òm ch’a antivëddìa le còse”.

Sono stati inoltre premiati tutti i brani di prosa e le poesie e i brani che, avendo ottenuto una segnalazione o una menzione dalla Giuria, sono state pubblicati sull’Antologia del Premio.

Lo chansonnier piemontese Beppe Novajra, in veste di esperto musicale, ha esaminato tutti i testi delle poesie in gara, per valutare quali versi potessero essere giudicati più musicali e diventare il testo di un’inedita canzone (Premio Speciale di Monginevro Cultura “Piemont a scriv e a canta”).

La poesia vincitrice di questo premio speciale (musicata da Novajra) è risultata quella di Marisa Sacco, dal titolo “Neuit d’istà”: la canzone è stata eseguita in prima assoluta nel corso della premiazione.

Un altro premio speciale è stato concesso alla carriera artistica del duo “AMEMANERA”, composto dai talentuosi Marica Canavese e Marco Soria, per l’opera “Ratin Bandiera”, le cui parole costituiscono il testo di una loro canzone, inclusa nell’Album che ha lo stesso titolo della coppia di artisti.

Insomma: una premiazione-spettacolo che ha gratificato i premiati, ha divertito il pubblico e ha dimostrato come la lingua piemontese sia ancora viva e accattivante, sia che la si esprima con una poesia, un racconto, o attraverso un ballo o una canzone.

(Uff. Stampa Monginevro Cultura)

PROLUSION ËD SERGI DONNA A LA PREMIASSION DËL CONCORS “PIEMONT CH’A SCRIV”, Sconda Edission

29 Novèmber 2015

Quand che scasi tre agn fà Ernesto Vidòt a l’ha ciamame se mi i j’era d’acòrdi, butand ansema le fòrse ‘d Coltura e Società con cole ‘d  Monginevro Coltura, a organisé un Concors Literari an lenga piemontèisa, dont i sarìa stàit pressident ëd Giurìa, lì për lì, i son un pòch gename, ma peui i son nen tirame an darera, e i l’hai risponduje chë ‘d si, con gòj e calor. N’anvit a nòsse!

An fond, i l’avìa nen anche mi avù la midema idèja ch’am zonzonava për la testa? A l’era nen già da ‘n pòch ch’ i vorìa fejla mi, a chiel, na propòsta parìa? Si! A mancava da tròp temp, a Turin, un corcors për parèj.

I cheurdo che a fussa nen stàit un cas se Ernesto a l’é adressasse pròpi a mi, ma nen tant a mi, come përson-a, ma pitòst come pressident ëd n’Associassion che da tanti agn a l’é angagià an tut lòn che a ‘rguarda la coltura, la stòria, le tradission dël teritòri, e la lenga piemontèisa.

Da col moment i l’oma pì nen përdù temp. I l’oma parlane con Albina Malerba, përsonagi che për soa esperiensa, soa autorità, e soa passion – chila a l’é un dij “brandé” che pì a brando d’una giòla viva për la lenga piemontèisa – a podìa dene (come an efet a l’ha dane) coj sugeriment, cole drite pressiose për dé vita a un concors ch’a podèissa da sùbit fesse noté për soa qualità, sò stil, sò livel e sò anciarm.

Ëd consèj pressios a son ruvà ‘dcò da àutri brandé, un ëd costi a l’è Sergi Notario (mèmber – come Albina – ëd la Giurìa), e da tanti àutri përsonagi (dël gir ëd Monginevro Coltura o ‘d Coltura e Società) tuti angagià për la coltura e la lenga piemontèisa. E così a l’é nà ‘l Premi Literari “Piemont ch’a scriv”, spartì an doe session: cola dla poesìa e cola dla pròsa piemontèisa, con ël but – i soma ch’a l’é nen tant bel fé concretiselo – ëd vorèj fé cheicòs d’amportant për ten-e visca, për nen fé dësmorté, la fiara ‘d nòstra bela lenga piemontèisa.

L’interesse dimostrà ant la prima edission dël Premi (costa a l’é la sconda) a l’ha fàit an manera che st’ann le iscrission a sio stàite pì numerose. E se costa a l’é la stra giusta, i soma convint che n’àutr ann a-i na saran ancor ëd pì.

Coltura e Società e Monginevro Coltura a son dividusse ij còmpit. Vidòt a l’ha cudì la segreterìa, ij rapòrt con le istitussion, ij contat con ij sòcio e ij partessipant, la preparassion dij diploma e dij premi, e via fòrt.

Monginevro Coltura a l’é nen stàita a vardé fòra dij véder, ma a l’é sempre stàita an sël tir, nen mach an spantiand la notissia con d’artìcoj sle pàgine ‘d sò sit e sla ragnà, ma dzortut a l’é dasse da fé për sosten-e ël but fondamental ëd “Piemont ch’a scriv”: cissé la gent a parlé, a scrive e fin-a a canté an piemontèis.

Si, anche canté ‘l piemontès a l’é na manera për felo arnasse, për felo arvive, për tramandelo a le neuve generassion. A l’é për sòn che Monginevro Cultura a l’ha pensà a un premi particolar, un premi drinta n’àutr premi, an marcand-lo con sò nòm, l’Erbo d’òr ëd Piemont ch’a scriv. Sto Premi a l’é stàit ciamà “Piemont ch’a scriv e a canta”.

Beppe Novajra, compositor-chansonnier, giùdes musical “a latere” dla Giurìa, a l’ha sernù na poesìa, dont ij vers a son ësmijaje particolarment musicaj, e l’ha fala dventé na canson, che i scoteroma ancheuj ansema a l’Autris (Marisa Sacco) ch’a l’é stàita premià.

Mersì a tuti vojàutri për vòstra presensa e condivision dij nòstri ideaj.

E… Viva ‘l piemontèis parlà, scrit e… cantà!

Sergio Donna

Ass. Monginevro Cultura

LA GALLERY FOTOGRAFICA

con gli scatti di Beppe Lachello

Powered by WordPress | Deadline Theme customized by Just Bolder