Domenica 22 Gennaio 2017 | ore 16.00
Pomeriggio a teatro,
Teatro delle Officine Folk, Via Emanuele Luserna 8, Torino “RASSA NOSTRAN-A”
Bruno Baudissone canta Nino Costa

20160314_200732 (2)

Domenica 22 Gennaio 2017 | ore 16.00

Pomeriggio a teatro

Teatro delle Officine Folk, Via Emanuele Luserna 8, Torino

“RASSA NOSTRAN-A” Bruno Baudissone canta Nino Costa

settimana a cura di Monginevro Cultura presso “OFFICINE FOLK”, Via Emanuele Luserna di Rorà 8, Torino

Pomeriggio a teatro con Monginevro Cultura | 3° spettacolo teatrale della serie “Poker ma Buoni”

“RASSA NOSTRAN-A”

Dall’omonimo libro con CD di Bruno Baudissone e Raf Cristiano.

18 poesie di Nino Costa musicate da Bruno Baudissone e Raf Cristiano, cantate da Bruno Baudissone.
Voce recitante: Sergio Donna

Presentazione del libro con CD “Rassa Nostran-a”
“Bruno Baudissone canta Nino Costa”

 
Presentazione del libro con CD “Rassa Nostran-a”
“Bruno Baudissone canta Nino Costa”
18 Poesie di Nino Costa
musicate da Bruno Baudissone e Raf Cristiano
e raccolte in un libro con CD

A settant’anni dalla scomparsa del poeta  piemontese Nino Costa (Torino, 28 giugno 1886 – Torino, 5 novembre 1945) è stato pubblicato a cura di Ël Torèt | Monginevro Cultura e delle Edizioni Musicali Pentagramma, il libro con CD “Rassa nostran-a”.

Diciotto romanze in lingua piemontese, con testi di altrettante poesie di Nino Costa, musicate da Bruno Baudissone, pianista, critico musicale e giornalista, e da Raf Cristiano, pianista-compositore.

L’esecuzione dei brani è preceduta dalle letture delle poesie di Nino Costa, a cura di Sergio Donna, poeta torinese.

Il CD è stato prodotto a cura delle Edizioni Musicali Pentagramma, ed è allegato ad un volumetto dalla grafica ricercata, con tutti i testi poetici musicati, corredati di un pratico glossario per ogni poesia, al fine di rendere più agile la comprensione delle parole piemontesi più ricercate e rare. La prefazione del booklet è stata curata da Sergio Donna.

Un libro con CD che si preannuncia davvero irresistibile.

(Ufficio Stampa Monginevro Cultura)
per info: ufficio.stampa@monginevrocultura.net


Domenica 22 gennaio, il Piccolo Teatro delle Officine Folk (Of-Fo, ex Bagni Municipali), di Via Luserna 8, a Torino ha accolto uno spettacolo delizioso (a ingresso libero), curato da Monginevro Cultura, Associazione Culturale che si occupa di tradizioni, storia, letteratura e lingua del territorio. Poesia, musica e danza per celebrare Nino Costa, poeta della prima metà del Novecento tra i più amati dai Piemontesi, sia da quelli residenti in Patria, sia dalle comunità d’oltremare d’origine piemontese, che ancora intendono, e molto spesso parlano e coltivano la lingua dei loro avi. La “poesia” declamata nello spettacolo era quella del citato poeta. La “musica” proposta è stata quella di Bruno Baudissone e di Raf Cristiano: romanze delicate, dai refrain orecchiabili e ballabili. Le “danze” erano quelle del Gruppo Storico-Folkloristico La Contëssa ëd Mirafior e sò seguit, per le coreografie di Paola Mancardi. Diciotto poesie di Costa hanno trovato nelle melodie di Baudissone la veste musicale più idonea ad esaltarne i testi: diciotto romanze (raccolte in un CD allegato al libro “Rassa Nostran-a”, self-publishing Ël Torèt | Monginevro Cultura) che hanno rivestito come un abito regale le rime in lingua piemontese composte dal poeta, tra il 1910 ed il 1946. Alcuni di questi brani musicali, composti in un arco temporale di circa trent’anni, furono ascoltati dalla figlia di Nino Costa, Celestina, la quale, dopo l’esecuzione, ebbe a dire: “Bruno Baudissone e Raf Cristiano hanno trasformato in canto la parola di papà… Gli autori sono riusciti a esprimere quella tipica musicalità salottiera della prima metà del Novecento… Se papà fosse stato un musicista, avrebbe rivestito i suoi versi proprio con queste stesse note”. Nel corso del recital, Baudissone ha cantato una decina di brani tra quelli contenuti nel CD “Rassa Nostran-a”, allegato all’omonimo volumetto contenente tutti i testi delle diciotto poesie musicate. L’esecuzione dei brani cantati è stata preceduta dalla declamazione dei testi, a cura di Sergio Donna, che – tra l’altro – ha curato la prefazione del libro. Poesie e canzoni d’Autore, di grande fascino. Ma l’elemento innovativo e sorprendente di questo spettacolo, autentico valore aggiunto di un recital di per sé d’altissimo livello, sono state le coreografie, curate da Paola Mancardi, direttrice artistica del Gruppo Storico intervenuto: forse per la prima volta, i brani di Costa, oltre ad essere declamati (da Sergio Donna) e cantati (da Bruno Baudissone), sono stati parallelamente ballati da un Gruppo di Danza. Segno che davvero Nino Costa, che ancor oggi incanta i lettori per la musicalità e la fluidità del verso, è poeta “popolare”, cioè fruibile da tutti, indipendentemente dal ceto di appartenenza, perché con la sua poetica musicale, la Koiné piemontese diventa elemento di coesione, d’identità e di appartenenza, cemento ed espressione di una cultura regionale tipica e storica, e sui suoi versi (che di questa cultura sono sintesi e alfieri) ci si può, perchè no?, anche ballare. A far da sfondo alle letture e alle canzoni, sono stati proiettati sul palco i testi delle poesie di Costa, cosicchè il pubblico ha potuto seguirne il significato parola per parola, e coglierne interamente il senso più vero. (Uff. Stampa Monginevro Cultura | 22 Gennaio 2017) Per altre info: www.monginevrocultura.net

Powered by WordPress | Deadline Theme customized by Just Bolder